1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  4. Menu tematico
Sistema Sanitario - Regione Lombardia
 
 
 
Contenuto della pagina

250 anni di Pio Albergo Trivulzio. La mostra

 
 
 

Nell’ambito delle iniziative previste per le celebrazioni dei 250 anni dalla morte del Principe Trivulzio, gli Istituti Milanesi Martinitt e Stelline e Pio Albergo Trivulzio presentano la mostra 250 anni di Trivulzio. Dall’Eredità del ‘700 al Welfare del Futuro.
           
Aperta al pubblico dal 6 Marzo al 30 Aprile 2018, è stata allestita nella centrale via Dante, accessibile ai cittadini milanesi e italiani tanto quanto agli stranieri, e racconta l’evoluzione del gesto filantropico del Principe Antonio Tolomeo Trivulzio. Dal momento in cui decise che, alla sua morte, il suo palazzo in contrada della Signora sarebbe diventato la casa dei poveri indigenti della Città, fino all’inaugurazione della nuova sede sulla via per Baggio, capace di ospitare più di mille persone. Dall’unificazione con altre due storiche istituzioni, Martinitt e Stelline, che hanno educato nomi illustri come Angelo Rizzoli, Edoardo Bianchi e Leonardo Del Vecchio, fino alle produzioni agricole delle terre del Trivulzio, che si estendono per 1.700 ettari nella bassa Lombardia.          
 
Il lavoro di curatela è stato affidato a Paolo Biscottini, docente e direttore emerito del Museo Diocesano.           

“Con questo lavoro vogliamo restituire ai milanesi una storia di cui essere fieri. La Milano dal cuore in mano deve essere orgogliosa di quello che ha saputo costruire nei secoli e non deve temere le sfide che l’attendono nella cura delle persone più fragili, anziani e minori
- hanno dichiarato Maurizio Carrara e Claudio Sileo, rispettivamente Presidente del Consiglio di Indirizzo e Direttore Generale IMMeS e Pio Albergo Trivulzio -. Il Pio Albergo, con la sua esperienza, può dare i propri suggerimenti e mettere a disposizione le proprie competenze. Accanto però deve avere il sostegno morale, da parte della cittadinanza, e un riconoscimento sostanziale da parte delle Istituzioni”.

La mostra è stata realizzata con il patrocinio di Regione Lombardia, Città Metropolitana di Milano e Comune di Milano. Main sponsor sono Impresa Sansiro Milano e Banco BPM. Per il sostegno alle iniziative delle celebrazioni si ringraziano anche Fondazione Cariplo e Banca Popolare di Sondrio.