Comunità per minori

 
 
 
Ti accompagno per un tratto di strada. Scopriamo insieme le tue risorse e guardiamo al futuro
 
 
 

L' Orfanotrofio maschile Martinitt fu fondato nel 1532 per volontà di San Girolamo Emiliani e prende il nome dalla Parrocchia di San Martino. La fondazione dell'Orfanotrofio femminile Stelline data l'anno 1753 e prende il nome dalla Parrocchia de "La Stella" che ha accolto il primo gruppo di bambine.

Nel corso del tempo gli Orfanotrofi, che hanno offerto ricovero, assistenza, istruzione ed educazione ai minori in stato di abbandono, hanno attuato un processo di trasformazione in relazione alla legge 149/2001. Questa ha portato alla nascita delle Comunità alloggio, per garantire ai minori opportunità di crescita e di sviluppo sulla base di un modello sempre più vicino a quello familiare. 

I Martinitt e Stelline sono stati dei precursori: la prima Comunità alloggio nasce nel maggio del 1978, (23 anni prima della promulgazione della legge) e nel corso dei successivi 10 anni sono state aperte altre 6 Comunità.

Oggi i servizi educativi di Martinitt e Stelline sono servizi residenziali che si rivolgono a minori e neo maggiorenni di entrambi i sessi, italiani e stranieri, in situazione di bisogno e di forte disagio segnalati dai Servizi Sociali territoriali del Comune di Milano, Comuni limitrofi e Centro Giustizia Minorile.

In ogni Comunità operano educatori professionali, di cui uno con funzioni di coordinamento, che garantiscono una presenza sia diurna sia notturna in un ambiente accogliente di tipo familiare. L'équipe educativa predispone un Progetto Educativo Individualizzato (PEI), che costituisce il filo conduttore degli interventi e oltre all'inserimento scolastico, particolare importanza rivestono le attività sportive, culturali, ricreative e quanto altro possa favorire uno sviluppo armonico del minore.

La peculiarità di Martinitt e Stelline è uno stile educativo che dà molto spazio al dialogo e alla partecipazione attiva alla vita comunitaria, favorendo le spinte di emancipazione, ma garantendo al contempo il necessario contenimento. 

Obiettivo finale di tutta l’attività educativa è di favorire, una volta raggiunta la maggiore età, l'inserimento di ragazze e ragazzi nella società e il raggiungimento dell’autonomia



 
 
 

Puoi leggere il dettaglio delle attività e l'elenco delle sedi delle nostre comunità a questa pagina.

  1. Amministrazione trasparente
  2. URP
  3. Carta dei Servizi
  4. Sostienici
  5. Sportello badanti